I bambini con difficoltà didattiche, necessitano del pedagogista che è l'unico che possiede le conoscenze della didattica pedagogica. Una giusta metodologia permette ai ragazzi di superare ogni difficoltà didattica.

Perchè i bambini "dislessici, discalculici e disgrafici" hanno bisogno di un Pedagogista?

Oggi più che mai i nostri bimbi si ritrovano all'interno di un sistema scolastico che non risponde a pieno alle loro esigenze.

Quando i nostri piccoli entrano nella scuola primaria iniziano i problemi. Le maestre, delle volte per nulla preparate sulla didattica pedagogica, manifestano alla famiglia diverse problematiche sia nella lettura che nella scrittura tale discorso vale anche nel calcolo matematico.

Ed ecco che escono fuori i primi nomi che mettono paura come dislessia, discalculia, disortografia e molto altro ancora. Alcuni genitori iniziano un percorso di certificazioni da neuropsichiatri un iter che prevede varie figure mediche come gli psicologi.

Tutto questo non farà altro che confermare al bambino "io non sono capace", "io non posso farcela", "io sono diverso" . Questo creerà molti danni sulla sua crescita e autostima.

Altri genitori invece intraprendono un percorso didattico affidandosi a  un pedagogista competente, che aiutano i bambini a colmare le difficoltà riscontrate. Questo permetterà ai piccoli di credere in sé stessi, costruire la propria autostima e fiducia, non sentirsi diversi e soprattutto non essere emarginati. 

Dobbiamo affiancare i nostri bambini nella didattica e qualora dovessero incontrare delle difficoltà dobbiamo dargli gli strumenti necessari per superarle. È inutile creare allarmismi e panico.

Una volta quando un bambino non andava bene a scuola gli si diceva di andare a ripetizione, oggi invece si pensa che questo bambino abbia qualche problema.

In passato quando un bimbo non leggeva in modo fluido o non effettuava i calcoli in modo rapido veniva detto ai genitori ha bisogno dei suoi tempi, oggi invece viene etichettato come dislessico o discalculo.

Sono sicura che se ognuno di noi si esaminasse riscontrerebbe una dislessia o una descalculia nella propria persona.

Partiamo dal presupposto che la dislessia o discalculia non sono malattie quindi non vanno curate da un medico ma sono solo una cattiva relazione, per questo il professionista indicato è il pedagogista che si occupa di didattica.

Dico che la dislessia, discalculia o disgrafia non sono delle malattia perché nessuno studio scientifico ha dimostrato che in questi bambini ci sia un gene imputabile causa appunto di dislessia, discalculia o altro. Quindi, capite bene che le cause sono a livello relazionale. È da questo punto dobbiamo partire per aiutare i nostri bambini.

Dr.ssa Antonella Manfredi