I bambini hanno bisogno di coerenza.

I bambini hanno bisogno di coerenza

Può sembrare assurda, ma una delle tante pecche presenti all'interno della relazione educativa è la incoerenza. 

Spesso l'azione educativa mette a dura prova i genitori, l'equilibrio di coppia e anche quello familiare. Mi ritrovo con mamma e papà che mi dicono: "Noi facciamo il poliziotto buono e il poliziotto cattivo. Spesso non riusciamo a essere coerenti tra quello che diciamo e i comportamenti che permettiamo ai nostri figli!". 

Come dico sempre fare i genitori è un impegno di grande responsabilità e dedizione. Non c'è una scuola che insegna come fare il genitore, nessuno ha la formula magica per diventare dei bravi genitori. Sicuramente ci sono delle indicazioni che possono aiutare al fine di realizzare un'ottima relazione educativa. 

Una tra tutte è la coerenza. I genitori con l'educazione dei figli devono percorrere la stessa direzione. Essere coerenti significa rispettare ciò che si dice, questo vale sia per i figli ma anche per i genitori. Non dimenticatevi che i bambini apprendono dai nostri comportamenti. 

Waccio qualche esempio: se il telefono a tavola non è ammesso, questo vale sempre anche quando ci rechiamo al ristorante o quando arrivano amici a cena a casa. Possiamo fare un altro esempio se al bambino togliamo il succhietto e gli deciamo  che si usa solo per le ninne della notte, dobbiamo essere coerenti e non aspettare il primo pianto per ridarglielo. 

La coerenza è una componente relazione faticosa da mettere in pratica e far rispettare soprattutto per i genitori; perché c'è sempre uno dei due che cede. 

La coerenza è importante perché vi rende credibili agli occhi dei bambini, sapranno che di voi si potranno fidare. Inoltre, nota ancora più importante creerà equilibrio e tranquillità nel bambino. 

L'incoerenza crea invece nel bambino confusione, destabilizzazione perché non comprende più le vostre richieste; si sente all'interno di un meccanismo confuso e burrascoso che lo portano ad essere agitato e  in conflitto con l'adulto. 

La coerenza impone ai genitori di rispettare le stesse regole che impongono al bambino. Quindi, se il telefono a tavola non si usa neanche mamma e papà dovranno utilizzarlo; altrimenti il bambino vivrà la regola come una punizione nei suoi confronti.

Essere coerenti porta equilibrio e serenità all'interno di tutto il nucleo familiare. Per tale ragione bisogna mantere fede a ciò che si dice, assumendo un comportamento in linea con le cose affermate!

Al fine di raggiungere un equilibrio relazionale coerente suggerisco a tutti i genitori prima di mettere regole, obblighi, divieti e declami vari confrontatevi tra di voi con la promessa che entrmbi vi impegnerete nel rispettare e far rispettare ciò che si afferma. 

Qualora dovessero sorgere problematiche a riguardo, io vi consiglio di parlare con un Pedagogesta che come esperto delle dinamiche relazionali, professionista del settore e soggetto esterno al nucleo familiare vi farà applicare le giuste metodologie. 

Dr. ssa Antonella Manfredi