Le neomamme hanno il diritto si sentirsi stanche e insicure. Facciamo rete per supportarle.

Le neomamme

Quando nasce un bambino nasce anche una neomamma, con esso arrivano mille ansie e preoccupazioni. Dopo aver provato la gioia iniziale, pervengono nella testa milioni di domande; del tipo: Eh adesso? Sarò capace? Come si cambia un pannolino? Come faccio a tranquillizzarlo? Perchè piange?

Spesso queste perplessità spariscono appena si entra in relazione e confidenza con il nuovo arrivato. La neomamma si accorge che, tutto gli viene in modo spontaneo e naturale. Guarda la sua creatura e le preoccupazioni si affievoliscono. 

Altre mamme invece non riescono a prendersi cura del proprio piccolo come vorrebbero. Il non sentirsi all'altezza della situazione, diventa un sentimento asfissiante per la donna. 

Sentirsi incapaci, non adatte, piene di paura e di ansie è normale. Non siete delle cattive madri per questo, non abbiate fretta di passare dal ruolo di figlia a ruolo di madre. Prendetevi i vostri spazi, i vostri tempi non lasciatevi soffocare da altri adulti come suocere e mamme. Ricordate voi adesso siete mamme e il vostro piccol@ ha bisogno di sentirvi tranquille. 

Essere una madre non è solo gioia, ma è anche sacrificio, impegno e difficoltà. 

Affrontare il parto è un processo che richiede molto caraggio, mette a dura prova le donne sia a livello fisico che soprattutto a livello emotivo. Per questa ragione non abbiate impellenza di mostrarvi forti e autonome. Tirate fuori il vostro reale sentire solo cosi potrete metabolizzarlo per bene. La vostra fragilità del momento è dettata dal grande cambiamento mentale che state vivendo. 

Il piccol@ esserino ha bisogno di voi per sopravvivere, siete il suo punto di riferimento. E' normale che voi mettiate da parte il vostro sentire confuso e insicuro. Non temete tutto è causato dal parto,  fate le cose che vi rilassano e gratificano e se non devesse migliorare recatevi da uno specialista che saprà aiutarvi. 

Sentirsi smarrite e sole è comune soprattutto per le mamme che sono al primo figlio. Si ha timore di fargli male quando lo si cambia, si ha paura di lasciarlo in camera a dormire da solo, ci si preoccupa se non mangia, se ha caldo, se ha freddo. Le consuete attività come fare la doccia, assumono un peso complicato perchè non si ha più l'autonomia di fare ciò che si vuole quando si vuole. Ed ecco che bisogna riorganizzare tutta la quotidianità in funzione del piccolo, questo sicuramente non è facile. 

Ecco perchè le nonne sono importanti, riescono a supportare e rassicurare la neomamma. Mah, fate attenzione care suocere e mamme non mettete ansie a vostra figlia o nuora, lasciatela fare in completa serenità e libertà. Limitatevi a dare consigli e mai giudizi. Il vostro ruolo è importante, ma anche tanto delicato perchè a seconda di come vi ponete potete allontanare le ansie oppure aggiungerne delle altre. Quindi, quando andate a casa del piccolo, lasciate che sia la mamma a prendersi cura di lui. Lasciate che sia lei a decidere le abitudini del neonato, fidatevi del suo istinto. I bambini non sono tutti uguali, perciò quello che avete fatto voi care mamme e suocere con i vostri figli non è detto che funzioni con il neonato. Aiutate le neomamme con le lavatrici e le varie faccende domestiche vi assicuro che ve ne saranno eternamente grate. 

Neomamme ascoltate i consigli delle nonne, ma se dovessero farvi del male per diverse ragioni da persone adulte affrontatele manifestando quello che provate. Anche per le nonne è una novità e hanno bisogno di tempo per abituarsi. 

Ricordatevi non ci sono mamme giuste e mamme sbagliate, non esistono nonne brave e nonne cattive. Esiste solo la ricerca dell'equilibrio adatto per il vostro nucleo familiare. 

Essere mamme spaventa, crea insicurezze, dubbi e perplessità. E alla domanda starò facendo bene? L'unico che potrà rispondervi è vostr@ figli@, guardatel@ degli occhi entrate in empatia con lui/lei e percepite il suo sentire. Se doveste percepire tranquillità e serenità allora significa che state facendo un buon lavoro, in caso avverso dovete rivedere alcune dinamiche. Spesso è complicato questo passaggio, ma non siete sole potete rivolgervi a degli esperti che vi aiuterenno a compredere quali sono le dinamiche giuste e quali quelle sbagliate. 

Questo articolo ha lo scopo di far sentire le neomamme uniche e speciali. Se siete stanche, pieni di dubbi e ansie state serene siete entrate nel mondo delle mamme. Imparerete a convivere con tutto questo, anche perchè più diventiranno grandi i vostri piccoli e più le ansie aumenteranno. 

Non abbiate timore di essere madri, seguite il vostro bambino sarà lui a indicarvi il cammino giusto da percorrere.

Abbiate il coraggio di chiedere aiuto non siete supereroine, ma mamme! Ammettete i vostri limiti, siete umane! Non vergognatevi di dire che siete stanche, essere mamme stanca!

Non siete sole, c'è una rete che vi supporta. Io sono dalla vostra parte!

Dr.ssa Antonella Manfredi