I libri formano i nostri bambini

Meno cellulari e più libri!

I nostri ragazzi hanno bisogno di meno cellulari e più libri!

Non è una novità, che le nuove generazioni trascorrono la maggior parte del loro tempo libero davanti ai cellulari e altri dispositivi elettronici. Che sia ben chiaro, i mezzi elettronici non sono dei demoni, basta usarli con parsimonia e consapevolezza. 

Gli ultimi dati Istat rivelano che l'editoria digitale è in netto aumento rispetto ai libri cartacei; questo significa che sempre meno ragazzi ha il piacere di toccare un libro e annusare l'odore. 

Il libro, è uno strumento di conoscenza, apprendimento e crescita è attraverso di esso che i bambini formano il loro pensiero e la loro visione del mondo. 

Portate i vostri ragazzi all'interno delle librerie fategli scegliere un bel libro seguite i loro interessi e le loro passioni. Quando parliamo dei libri non ci riferiamo solo ai libri di testo, quelli sono secondari, il primo approccio tra i bambini e libri deve nascere attraverso la loro curiosità. 

I bambini devono avvicinarsi e scoprire il mondo dei libri già dai primi mesi di vita. E' dimostrato che i bambini che usano e ricevono stimoli dai libri hanno meno difficoltà nell'apprendimento didattico. 

I libri servono per divulgare messaggi e trasmettere valori, la lettura stimola il pensiero e la capacità cognitiva del bambino. 

I libri permettono al bambino di ammirare le immagini, sviluppare la fantasia, creare un proprio pensiero, esporre il suo punto di vista, innamorarsi di un personaggio e assimilare delle caratteristiche. 

La lettura permette ai bambini di acquisire un linguaggio consapevole e naturale. I nostri ragazzi sanno usare benissimo i dispositivi elettronici e poco i libri, non sono più abituati a quest'ultimi. Le difficoltà nella scrittura nascono dalla poca esercitazione nella lettura. 

I libri creano condivisione e socializzazione nonchè scoperta dell'altro. Sono sempre meno i genitori che leggono le favole della buonanotte ai loro bambini, come sono sempre meno i genitori che leggono una storia sul divano; sono sempre meno i genitori che si divertono con i libri . 

I libri sono esplorazione, ricerca , crescita , formazione , apprendimanto , scoperta e costruzione del pensiero autonomo. 

Per natale regalate un libro ai vostri bambini, vi assicuro che scoprirete nuovi lati del loro Essere. 

Intere generazioni sono cresciute con le favole, le fiabe, le filastrocche e le storie; noi purtroppo stiamo negando tutto questo ai nostri ragazzi. 

Gli stiamo negando di costruirsi un pensiero critico, gli stiamo negando la scoperta del mondo e la conoscenza della società. 

I libri educano i bambini in modo sano e costruttivo. 

Dr.ssa Antonella Manfredi