Il Rispetto è un modo d'essere

Mai senza rispetto!

Ai nostri bambini dobbiamo insegnare il valore del rispetto.

Spesso, sento che questa parola viene abusata e storpiata dal suo originale significato; tutto ciò provoca un decadimento e mercificazione di tale parola. Se  fate caso tutti parlano di rispetto. Quando non si sa cosa dire si tira fuori questa massima. Ma quante persone usano il rispetto nella loro quotidianità? Quante ne conoscono il reale significato? E quante riescono a metterlo realmente il pratica?

Quando vogliamo ferire qualcuno oppure abbiamo esigenza di avvalorare la nostra tesi, iniziamo ad affermare: " Tu, non mi porti rispetto! Non sai cos'è il rispetto ecc.". Facciamo un pò d'ordine.

Non esiste una fase della vita dove un genitore  inizi a spiegare al proprio bambino cosa sia il rispetto. Questo approccio non c'è semplicemente perchè, spiegare il rispetto attraverso le parole è molto complesso e articolo. Può accadere che a causa di un comportamento del bambino irrispettoso i genitori decidano di parlare di cosa sia il rispetto e del perchè quel modo di fare sia sbagliato.

Il rispetto lo si insegna attraverso i comportamenti e il modo d'essere degli adulti.

Più volte mi interfaccio con coppie che durante le discussione si dicono e fanno cose orrende. Durante una lite è facile perdere il controllo e iniziare a insultare in modo pesante il proprio compagn@. Ma, dobbiamo fare una puntualizzazione; c'è differenza nel discutere quando si è una coppia a quando si arriva a discutere quando si è genitori. Molti genitori non riescono ad avere il giusto tatto per comprendere questo meccanismo.

Infervorare gli  animi quando si è soli non risulta essere un problema, visto che il confronto avviene tra due persone adulte che avranno l'intelligenza necesseria per poter risolvere la situazione nel bene comune. Cosa ben diversa è infuocare una discussione in presenza dei figli. I bambini non hanno le competenze necessarie per poter comprendere le dinamiche degli adulti. Un litigio senza rispetto destabilizza i bambini e soprattutto fa nascere in loro un malessere. 

I genitori hanno il diritto di discutere, litigare e confrontarsi su dinamiche familiari o di coppia, ma non deve mai mancare il rispetto verso l'altro. 

Dobbiamo  imparare a non usare la bocca per ferire, ma il cervello per pensare. Discutere in modo distruttivo non porta  nessun tipo di benefecio. Le considerazioni, che i rispettivi partner hanno l'uno dell'altro influenzeranno la relazione con il bambino; perchè esso percepisce e avverte dissapori e malesseri. 

Insegnare il rispetto ai nostri figli significa praticare il rispetto, tutto parte della quattro mura di casa. Questo è un tema eterogeneo perchè prevede il riconoscimento di una superiorità morale o sociale manifestato attraverso un determinato tipo di comportamento e atteggiamento. 

Offendere, denigrare, umiliare, mortificare sono tutti comportamenti che emergono quando si è insoddisfatti e si hanno poche dissertazioni per portare avanti il proprio pensiero. 

E' attraverso questo modo di fare che i bambini apprendono il disprezzo. Bisogna riflettere sulle parole che usiamo, sui toni e sui modi che mettiamo in atto quando ci relazzioniamo agli altri. I nostri partner non sono di nostra proprietà, non sono degli oggetti e non dobbiamo mai dimenticarci che il rispetto è alla basa di qualsiasi tipo di relazione. 

Inseganare il rispetto come valore, partendo dalle piccole cose fino ad arrivare alle grandi cose; significa crescere dei ragazzi rispettosi di sè e degli altri. 

Comprendere il significato del rispetto permette ai giovani di avere rispetto innanzitutto verso la propria persona e il proprio essere, questo modo di comportarsi porta di conseguenza ad avere rispetto per ciò che ci circonda. 

Naturalemente, ciò non significa che chi fa proprio il valore del rispetto non discuta o non si arrabbi. Al contrario, chi assimila il valore del rispetto e lo fa diventare un modo d'essere e di esistere; durante una discussione usa l'intelligenza nel confrontarsi in modo pertinente. Per comparare non c'è bisogno di offendere ma di argomentare  in modo raziocinante e sagace. 

Insegnate il valore del rispetto ai vostri figli, attraverso il vostro comportamento. Praticare il rispetto non è semplice, è un lavoro costante e arduo. Bisogna essere rispettosi con le persone che ci circondano, ed è importante chiedere scusa e ritornare sui propri passi; quando si sbaglia. 

Sbagliare fa parte dell'essere umano cosa molto importante e riconoscere l'errore e porvi rimendio. I modi sono importanti tanto quanto i contenuti. 

Dr.ssa Antonella Manfredi 

(Voglio sapere cosa ne pensi tu a rigurdo. Lascia un commento qua sotto) 😉