Errore = Crescita

Errore = Crescita

Educare i bambini all'errore significa dargli la possibilità di crescere attraverso la consapevolezza e l'apprendimento critico. L'errore non fa paura al bambino,  ciò che provoca in loro paura è la reazione dei grandi.

Spesso gli adulti - maestre, educatori e genitori - educano i bambini a essere perfetti. I quaderni devono essere super ordinati, i colori giusti al posto giusto e guai a commettere un errore.

Si fa vivere al bambino l'errore come un fallimento, un' incapacità; un errore didattico non è una sconfitta. Tutto questo non fa altro che sviluppare in loro un senso di colpa che inevitabilmente andrà a ledere l' autostima.

I grandi innescano un meccanismo pericoloso dinnanzi all'errore , spesso si usano metodologie pedagogiche errate; il bambino che ha sbagliato viene rimproverato, punito e umiliato. Tutto questo è controproducente, l'errore permette al piccolo di comprendere ciò che ha fatto e attraverso un ragionamento può porre rimedio.

Spesso gli alunni commettono errori per distrazione, oppure perchè la maestra non è stata chiara durante la spiegazione. Quando i bambini sbagliano, la causa va ricercata all'interno della spiegazione; c'è qualcosa che è sfuggito!

Ai bambini si deve far vivere l'errore con leggerezza e consapevolezza. Quando un alunno sbaglia c'è un adulto che ha commesso un errore. E' solo attraverso la comprensione dell'errore che possiamo comprendere qual è il tassello che manca - al bambino - per completare il puzzle in serenità. 

Ed ecco che l'educazione all'errore deve partire dagli adulti che non devono generare drammi quando i bambini commettono degli errori, ma piuttosto devono cogliere quell'occasione per capire dov'è la radice dell'errore; cosi da poterla estirpare. 

Per educare i bambini all'errore, l'adulto di riferimento - maestre, genitori ecc- devono permettere al piccolo di auto correggersi. Questa pratica pedagogica permette al piccolo di continuare ad alimentare e accrescere il suo livello di autostima. Per avere un buon apprendimento didattico i bambini devono avere un ottimo livello di autostima. E' l'autostima che permette ai bambini di avanzare nell'apprendimento. 

Come ci insegna Maria Montessore l'adulto deve offrire tutti i mezzi al bambino e deve consentirgli la possibilità di sbagliare, perchè l'errore è un'opportunità. La pedagogista rendeva l'errore visibile ai bambini cosi da sviluppare un'autonomia e indipendenza nel correggersi. L'ambiente è fondamentale a tal proposito, come importante è l'atteggiamento che maestre e genitori detengono dinnanzi all'errore. 

Non chiedete ai vostri bambini la perfezione, perchè questa non esiste, chiedetegli di auto correggersi con leggerezza. 

Dr.ssa Antonella Manfredi