Il Coronavirus si sconfigge senza panico, ma attraverso la corretta informazione.

Coronavirus

In questi giorni la parola che diffonde terrore e panico è sicuramente Coronavirus. Al solo menzionarlo si riscontrano svariate reazioni alcune comprensibili, altre giustificabili, altre ancora fuoriluogo. Preciso che l'articolo su tale argomento ha l'obiettivo di ripristinare un minimo di buonsenso. 

Il Coronavirus è appunto un virus che si trasmette e dilaga a macchia d'olio, alcuni soggetti infetti possono manifestare dei sintomi altri no. Anche quando si ha una normale influenza è opportuno non uscire, cosi da non infettare gli altri e non causare ulteriori malesseri a noi stessi. E' prudenza non uscire con febbre , tosse o raffreddore tutto ciò rientra all'interno di un valore che si è orma perso:                  " Rispetto" verso di  sè e verso gli altri. 

Il Coronavirus dev'essere trattato senza psicosi ma con un grande senso di responsabilità verso il singolo e la comunità intera; perchè le persone che ci circondano posso soffrire di diverse patologie e malattie debilitanti . Per questo motivo è importante rispettare le dritte divulgate dall'OMS. 

E' inutile creare allarmismi e false notizie. E' inutile dare retta agli stolti che hanno diffuso la paura verso l'altro. L'unica cosa che bisogna fare è quella di sviluppare un profondo senso di responsabilità che non cada nel panico o nell'ignoranza. 

I bambini , così come gli anziani vanno tutelati ed ecco perchè è importante non frequentare locali affollati e soprattutto bisogna prestare molta attenzione all'igiene personale e dell' ambiente . 

La chiusura delle scuole e di luoghi pubblici in molte regioni italiane è un provvedimento ministeriale che approvo e condivido in pieno. In questi casi bisogna tutelare tutti gli individui.

Faccio i miei più sinceri complimenti a tutte la maestre e i docenti che in questi giorni stanno propinando lezioni tramite dispositivi elettronici, perchè le situazioni difficili devono unire e non dividere. 

Per questo motivo mando un enorme abbraccio a chi in questi giorni è in quarantena forzata o volontaria, sono vicina alle persone che vivono nelle zone rosse. E a tutte le persone che ironizzano in modo becero sulla vittoria del Sud verso il Nord rispondo che : " Dove l'ignoranza parla , l'intelligenza tace". Il Sud è vicino al Nord; noi siamo con voi pronti ad aiutarvi e a supportarvi con qualsiasi modo e mezzo. 

Vi lascio con le linee giuda dell'OMS: 

1- Lavati spesso le mani;

2- Evita il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;

3- Non toccarti occhi, naso e bocca con le mani;

4- Copri bocca e naso se starnutisci o tossisci;

5- Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;

6- Pulisci le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;

7- Usa la mascherina solo se sospetti di essere malato o assisti a persone malate;

8- I prodotti MADE IN CHINA e i pacchi ricevuti dalla Cina NON SONO PERICOLOSI;

9- Contatta il numero verde 1500 se hai febbre o tosse e sei tornato dalla Cina da meno di 14 giorni;

10- Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo Coronavirus.

Dott.ssa Antonella Manfredi